LA CORSA ALL’ORO

Nel 2013, Alessio Vinassa e il suo socio subaffittano il primo terreno. Investono 50 mila euro per acquistare il primo escavatore, un camion, una terna e due mulini. Dopo settimane di sudore, lavoro e pasti a base di arachidi, il primo oro vede la luce. Il progetto inizia ad attirare l’attenzione e fanno la loro comparsa i primi investitori. Grazie al loro contributo, viene acquistata una nuova concessione. Su questi terreni ha origine Inti Gold Global 2. Un’impresa ambiziosa, con l’obiettivo di creare una miniera a cielo aperto abbastanza grande e profonda da raggiungere i filoni d’oro, dove si trova maggiormente il metallo. Oggi, sono centoventi i burkinabè che lavorano in Inti Gold Global 2, nel ruolo di operai, ingegneri, cuochi e geologi.



Leave a Reply