Due imprenditori italiani e una miniera d’oro: la storia di Inti Gold Global

Davide Bongiovanni e Alessio Vinassa sono i soci fondatori del progetto Inti Gold Global, che conta all’attivo due società, Inti Gold Global Sarl e Inti Gold Global 2 Sarl, azienda attiva nel settore dell’estrazione aurifera, con sede in Burkina Faso, nazione dell’Africa occidentale. 

Possedere una miniera d’oro sembrerebbe essere la scena di un vecchio film western, ma può diventare una realtà. Questa è la storia di due imprenditori italiani, Davide Bongiovanni e Alessio Vinassa, che nel 2010 hanno deciso di fondare un’attività di estrazione d’oro. Oggi questa azienda esiste, una miniera a cielo aperto in Burkina Faso, nazione dell’Africa occidentale.

L’oro è una riserva limitata, la cui domanda è sempre in aumento. Il sogno di ogni imprenditore è quello di vendere un prodotto per il quale c’è una richiesta costante. Quando si tratta di oro, ci sono sempre compratori pronti ad acquistare. Non c’erano dubbi sulla scelta del settore: l’unica domanda era dove costruire il sito estrattivo. Bongiovanni e Alessio Vinassa iniziano la loro ricerca, diventando soci di un’azienda che doveva ancora nascere.

Un primo sguardo è stato volto verso il Burkina Faso, una nazione nota per i suoi numerosi siti di estrazione aurifera. Il Burkina Faso è il quarto produttore di oro in Africa.

Una volta identificata un’area di terreno, è stata effettuata l’analisi del suolo, che ha dato risultati positivi. Davide Bongiovanni e Alessio Vinassa acquistano così la loro prima concessione di terreno nel 2013. L’analisi identificò un’alta concentrazione di oro, con la possibilità di trovare filoni d’oro che si estendono nel terreno, a circa trenta metri di profondità. I due soci si adoperano per ottenere i permessi necessari dal governo per estrarre l’oro. La società Inti Gold Global 2 nasce ufficialmente.

Con i loro risparmi, Davide Bongiovanni e Alessio Vinassa acquistarono i primi macchinari per estrazioni negli strati superficiali, tra cui il primo escavatore, un camion, una terna e due mulini. Questi fondi sono stati utilizzare anche per pagare i primi impiegati dell’azienda. Dopo settimane di sudore, lavoro e pasti a base di arachidi, il primo oro ha visto la luce.

Passo dopo passo, la costruzione della miniera a cielo aperto procede. Questo ambizioso e singolare progetto ha iniziato ad attirare la curiosità nel panorama italiano. Le persone desiderose di entrare a far parte del progetto sono diventate preziosi contributori per Inti Gold Global 2. Grazie alla loro partecipazione, la velocità di lavoro è potuta aumentare, poiché Bongiovanni e Vinassa sono stati in grado di acquistare più rapidamente i macchinari e le attrezzature necessarie per il sito di estrazione.

Ci sono state anche difficoltà. Essere presenti in Burkina Faso e continuare i lavori anche durante i mesi di pioggia è stato difficile. Anche la consegna dei macchinari ricevuti via mare è stata una sfida: viaggiare per chilometri senza strade asfaltate è un’impresa lunga giorni.

Nel corso degli anni, Davide Bongiovanni e Alessio Vinassa hanno realizzato il loro obiettivo iniziale di creare una miniera a cielo aperto, che potesse dare posti di lavoro agli abitanti della zona, lavorando nel rispetto dell’ambiente.

Oggi, il sito minerario di Inti Gold Global 2 è in fase di completamento. Un fondo si è mostrato interessato a partecipare al progetto aziendale. Un fondo di investimento è uno strumento finanziario paragonabile a un grande salvadanaio in cui le risorse di piccoli e grandi investitori si uniscono. La gestione del “salvadanaio” è affidata a una società di gestione degli investimenti che offre il vantaggio di un servizio di investimento professionale a tutti i partecipanti. L’ingresso del fondo aumenterebbe il valore del progetto in modo esponenziale. Il valore dell’oro cresce, così come la miniera d’oro Inti Gold Global 2, da quella che originariamente era solo un’idea.



Leave a Reply